Al fine di garantire in modo conveniente il riconoscimento, da parte dell’utenza, degli stalli dedicati alla ricarica elettrica e definirne in modo chiaro le modalità di utilizzo, si ritiene necessario avviare una interlocuzione con il Ministero competente per apportare al Codice della Strada quelle modifiche atte a facilitare il conseguimento di tali obiettivi.

La colorazione al suolo degli stalli dedicati alla ricarica dovrebbe risultare differente rispetto a quelli già utilizzati (ad esempio, di colore verde) e riconosciuti da un pittogramma apposito. Dovrà essere inoltre standardizzata la segnaletica verticale associata a ciascuno stallo per il parcheggio di veicoli elettrici in ricarica.

Si ritiene comunque necessario che la normativa gestionale delle aree di ricarica debba essere pensata in modo da prevedere elementi che possano disincentivare l’occupazione di spazio al di fuori del tempo strettamente necessario alla ricarica del veicolo (una politica tariffaria della sosta pensata ad hoc, sino ad arrivare alla sanzione e alla rimozione del veicolo). I singoli Comuni decideranno, secondo le proprie valutazioni, i tempi di sosta massima. Si consiglia comunque una sosta limitata a 2 ore per la Standard e a 30 minuti per la Elevata.