Lingue disponibili, Available languages it

Sala Solesin dalle ore 14.00 – 27 settembre

FUELLING ITALY’S FUTURE 

Come la transizione verso la mobilità a basso contenuto di carbonio rafforza l’economia

 Programma provvisorio

Introduce e modera Raimondo Orsini, Direttore Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile

14.00 – Saluti Istituzionali

Gianni Girotto, Presidente Commissione Industria Senato della Repubblica

14.10 – Presentazione dello studio

Introduce: Giuseppe Montesano, Fondazione Centro Studi Enel

Fuelling Italy’s Future. Come la transizione verso una mobilità a basse emissioni rafforza l’economia – Matteo Caspani, Cambridge Econometrics

Mobilità a basse emissioni: un’ analisi dei benefici sulla salute dei cittadini e sulla spesa sanitaria nazionale – Gabriele Grea, CERTeT – Università Bocconi

Q&A

14.40 – Tavola rotonda 

La transizione verso una mobilità a zero e basse emissioni: sfide ed opportunità

Eleonora EVI, Eurodeputata M5S

Adriano Parioli, Forza Italia

Alberto Piglia, Enel X

Luisa Crisigiovanni, Altroconsumo

Antonio Losetti, Flaei Cisl

Gabriella Favuzza, Renault

Franceso Naso, Motus E

Anna Gerometta, Cittadini per l’Aria

Anna Donati, Kyoto Club

15.40 – Conclusioni

Veronica Aneris, Rappresentante Nazionale T&E Italia

 

L’Europa intera sta assistendo ad un’inevitabile transizione verso la mobilità a basso contenuto di carbonio. L’Italia, in ritardo rispetto ai principali Stati membri dell’UE nell’affrontare gli impatti negativi del suo sistema di trasporto, può trarre beneficio dalla rivoluzione apportata dalla mobilità a zero emissioni per accrescere l’economia nazionale, aumentare la sicurezza energetica del paese e migliorare la qualità dell’aria delle sue città.
Questa transizione è tecnologicamente fattibile in un lasso di tempo utile all’Europa per raggiungere gli obiettivi climatici di Parigi? Quale sarà l’impatto sull’economia? Quali le conseguenze per i produttori, consumatori, lavoratori, cittadini e responsabili politici? Qual’è il livello di infrastrutture e quali sono gli investimenti necessari per rendere possibile questa transizione? Come sarà influenzato il sistema nazionale di distribuzione dell’energia elettrica?
Queste sono solo alcune delle domande  affrontate nel nuovo studio, che è frutto di uno scambio di opinioni costruttivo e trasparente da parte di diversi portatori di interessi del panorama italiano su quali sono gli impatti economici, sociali e ambientali legati alla transizione verso veicoli a basse e zero emissioni di carbonio in Italia.

Registrati qui alla sessione Fuelling Italy’s Future

English version here

 

Share This